• Il Comune è sempre aperto!
    Tutte le informazioni per le tue pratiche.
  • Tutte le informazioni (persone, tempi, costi e tanto altro)
    e la modulistica necessaria!
  • Il Comune a casa tua!

Commercio su aree pubbliche, in aree di mercato

Riferimenti del Procedimento

Codice procedimento: UT29

Ufficio di riferimento: Ufficio Tecnico

Responsabile del Procedimento: GEOM. RONDI SARA

E-mail: tecnico@comune.lenago.as.it

Telefono: 0355/48613

Soggetto con potere sostitutivo: DAMINELLI STEFANO

E-mail Sostituto: tecnico@comune.lenago.as.it

Telefono Sostituto: 0355/48613

Descrizione Procedimento

ll commercio su aree pubbliche in posteggio di mercato è un'attività di vendita di merci al dettaglio e di somministrazione di alimenti e bevande. Si svolge su un’area pubblica disponibile del Comune, è composta da più posteggi e può essere attrezzata. È destinata all'esercizio dell'attività per uno o più giorni della settimana o del mese e offre merci al dettaglio, somministrazione di alimenti e bevande ed erogazione di pubblici servizi.

Requisiti

Per svolgere l'attività è necessario ottenere l’apposita autorizzazione rilasciata dal Comune secondo i criteri e le procedure stabilite dalle norme regionali (pubblicazione del bando, esame delle domande pervenute, redazione graduatoria, assegnazione posteggi).

Per svolgere questa attività è necessario che siano soddisfatti i requisiti morali. Per la vendita nel settore alimentare è necessario che siano soddisfatti anche specifici requisiti professionali.
Per effettuare la vendita ambulante di strumenti da punta e da taglio atti ad offendere si dovrà dare comunicazione all’autorità di Pubblica Sicurezza allegando la licenza del Questore.

Documentazione Necessaria

L'Amministrazione comunale procede all'assegnazione dei posteggi relativi ai nuovi mercati e dei posteggi rimasti vacanti nell'ambito di mercati già istituiti con le procedure di evidenza pubblica stabilite dalle norme regionali (pubblicazione del bando, esame delle domande pervenute, redazione graduatoria, assegnazione posteggi).

In caso di subingresso: il trasferimento in gestione o in proprietà dell'azienda o di un ramo d'azienda per l'esercizio del commercio su aree pubbliche, per atto tra vivi o a causa di morte, comporta di diritto il trasferimento dell'autorizzazione amministrativa a chi subentra nello svolgimento dell'attività sempre che sia provato l'effettivo trasferimento dell'azienda ed il subentrante sia in possesso dei requisiti morali e professionali previsti dalla legge.

La reintestazione dell'autorizzazione su posteggi dati in concessione è effettuata previa comunicazione del reintestatario e contestuale autocertificazione del possesso dei requisiti previsti per l'esercizio dell'attività commerciale. La concessione del posteggio segue la cessione dell'azienda, o di un ramo di essa. Il subentrante per causa di morte può continuare provvisoriamente l'attività con l'obbligo di comunicare l'avvenuto subingresso entro un anno dalla morte del titolare dell'autorizzazione.

Compilare la SCIA di sub ingresso modello B e allegare la seguente documentazione:

  1. Copia della carta d’identità e del permesso di soggiorno se cittadino straniero
  2. copia dell’atto di cessione dell’azienda o certificato del notaio
  3. se cittadino straniero copia del permesso di soggiorno.

In caso di cessazione dell'attività
È sufficiente compilare la SCIA modello B allegando una fotocopia della carta di identità e consegnare all’ufficio P.A. l’autorizzazione in originale rilasciata dal Comune.
L’Ufficio P.A. provvederà al controllo di avvenuta ricezione ed alla verifica dei dati anagrafici e d’impresa, dei requisiti soggettivi morali e professionali , controllerà l’avvenuto pagamento delle spese di procedimento e rilascerà la re intestazione dell’autorizzazione.

Costo

Euro 40,00

Normativa

Circolare Regione Lombardia 15/2/2013 n. 8 - Comunicazioni in materia di somministrazione di alimenti e bevande, commercio all'ingrosso e commercio su aree pubbliche.
Risoluzione Ministero dello sviluppo economico 15/1/2013 n. 6580 - Quesito relativo a subingresso in attività di commercio su aree pubbliche da parte di società cooperativa sociale ONLUS.
Segnalazione Autorità garante della concorrenza e del mercato 20/10/2011 n. AS876 – Disposizioni relative all’esercizio dell’attività di commercio al dettaglio su aree pubbliche.
Circolare Regione Lombardia 16/3/2011 n. 2356 - Art. 19 legge n. 241/1990: la segnalazione certificata di inizio attività – Prime indicazioni applicative.
Circolare Agenzia delle dogane 24/6/2010 - Applicazione art. 29, commi 2 e 4 del D.L.vo n. 504/1995 - Licenza fiscale per la vendita su aree pubbliche in forma itinerante di bevande alcoliche assoggettate ad accisa.
Circolare Agenzia delle dogane 17/6/2010 - Applicazione art. 29, commi 2 e 4 del D.Lgs n. 504/1995 - Licenza fiscale per la vendita su aree pubbliche in forma itinerante, di bevande alcoliche assoggettate ad accisa.
Circolare Agenzia delle dogane 9/6/2010 - Applicazione art. 29, commi 2 e 4 del D. Lgs. n. 504/95 - licenza fiscale per la vendita su aree pubbliche in forma itinerante, di bevande alcoliche assoggettate ad accisa.
Risoluzione Ministero dello sviluppo economico 31/5/2010 n. 61699 - Quesito in materia di disciplina delle concessioni dei posteggi per il commercio su aree pubbliche. Articolo 70, comma 5, decreto legislativo 26 marzo 2010, n.59.
Circolare Ministero dello sviluppo economico 6/5/2010 n. 3635/C prot. 45166 - Decreto legislativo 26 marzo 2010, n 59, di attuazione della Direttiva 2006/123/CE, relativa ai servizi nel mercato interno. Titolo II. Procedimenti di competenza del Ministero dello sviluppo economico. - Circolare esplicativa.
Circolare INAIL 18/3/2010 n. 2530 - DURC e commercio su aree pubbliche ex art. 2, legge n. 191/2009 – Chiarimenti.
Corte costituzionale 19/12/2012 n. 299 - La Corte ha dichiarato legittimo l'art. 3, c. 1, lett. d-bis), del D.L. n. 223/2006, convertito, con modificazioni, dalla Legge n. 248/2006, come modificato dall'art. 31, c. 1 e 2, del D.L. n. 201/2011, convertito con modificazioni in Legge n. 214/2011, che ha abrogato ogni norma in materia di orari per le attività commerciali e di somministrazione.
Consiglio di Stato 12/9/2011 n. 5087 - Attività di commercio in forma itinerante su aree pubbliche.
Consiglio di Stato 24/3/2011 n. 1777 - Revoca delle autorizzazioni.
Consiglio di Stato sez. V 20/4/2010 n. 2214 - Distributori automatici su area demaniale.

Tempistica

60 giorni